“Shhh! Ascoltiamo la natura

Abbiamo mai pensato davvero, osservando un bambino, dove istintivamente si dirige a giocare per casa o ovunque sia? Avete mai visto quanto a lungo i bambini giochino con la sabbia del mare, con i sassolini o l’erba del parco giochi, con dei legnetti trovati per caso, ecc.? Bene, se vi ritrovate in questa descrizione, avete la risposta già in pugno. I materiali naturali infatti sono gli unici che non hanno forma e quindi permettono infinite – e quando si dice infinite, intendiamo proprio infinite – possibilità di gioco per ogni bambino, di qualunque età, di qualunque carattere. Si deve partire da un presupposto davvero importante: a un bambino non si deve insegnare nulla; si devono semplicemente mettere a disposizione gli stimoli giusti! Proporre del materiale trovato letteralmente in natura, attorno a noi, permette a qualsiasi bambino di sviluppare grandi abilità e competenze poiché è il bambino che crea il suo gioco, attivamente, senza subirlo perché strutturato in un’unica direzione.


Ecco allora che basta davvero poco. Andate a fare una bella passeggiata? Tenete a portata di mano un sacchetto e fatevi aiutare dai vostri bambini a raccogliere il materiale da cui vengono colpiti o che più li aggrada: delle foglie, dei legnetti, dei sassolini, delle pigne, …
Siete al mare in vacanza? Quante volte i bambini hanno il desiderio di raccogliere conchiglie e portarle poi a casa? Bene, assecondiamoli perché ci stanno suggerendo del materiale con cui a casa potranno giocare. E la sabbia? Portiamone a casa un po’ mettendola in bottiglie di plastica. A casa basterà mettere sul terrazzo un telo di cerata e cospargerlo con la sabbia… i bambini vi ringrazieranno per aver portato un po’ di “mare” anche a casa.
E l’acqua? Non c’è nulla di più naturale dell’acqua, se ci pensate. E la terra che vogliono rubarci quando facciamo del giardinaggio? Anch’essa è un ottimo materiale per giocare per qualsiasi bambino.


Non c’è nulla di più stimolante e di interessante che offrire a un bambino stimoli “naturali” e il meno possibile “preconfezionati”. I vantaggi sono moltissimi: innanzitutto è tutto gratis e a disposizione in grandi quantità, basta saper cogliere quello che già c’è a casa (acqua, terra, farina, pasta, fagioli, lenticchie, caffè, zucchero, ecc.) e quello che si può trovare a pochi passi da casa (sassi, foglie, pigne, erba, legnetti, corteccia, conchiglie, sabbia, ghiaia,…); inoltre darete al vostro bambino la possibilità di esprimersi secondo le esigenze del suo momento evolutivo, di esprimere le sue emozioni, di dar loro una forma – con lo stesso materiale si dà la possibilità a bambini diversi di giocare secondo le loro esigenze senza dover ricorrere a giochi differenziati. Bambini di diverse età possono giocare con lo stesso materiale naturale, ognuno giocherà e manipolerà secondo le sue competenze; il materiale naturale permette al bambino di giocare senza incappare nella sensazione dell’aver eseguito azioni “giuste” o “sbagliate” ed offre tempi di attenzione e concentrazioni molto più distesi e dilatati dei giochi tradizionali troppo strutturati; si offre al bambino la possibilità di giocare con il corpo preso nella sua interezza, di investire tutto se stesso, mente e corpo; infine, aprirsi a un tipo di gioco così poco strutturato permette al bambino di sviluppare la sua creatività, una capacità che non è innata, bensì che va educata.Il bambino deve essere libero di sperimentare, manipolare, fare esperienza con tutto il corpo, pasticciare; deve poter fare e disfare, provare e riprovare: solo così la mente diventa elastica, il pensiero dinamico ed il bambino creativo!

“Giocare è una cosa seria!
I bambini di oggi sono gli adulti di domani
aiutiamoli a crescere liberi da stereotipi
aiutiamoli a sviluppare tutti i sensi
aiutiamoli a diventare più sensibili.
Un bambino creativo è un bambino felice! “

Bruno Munari 1986